CosaFacciamo

L'idea di avere un osservatorio remotizzato e' comune a molti astronomi dilettanti ma le problematiche a cui si va incontro sono molteplici:

  1. Identificazione del sito.
    Ovviamente piu' si va in alto e meglio è. L'altitudine porta ad avere atmosfera piu' tersa e cielo piu' buio.
  2. Scelta della struttura in cui allocare gli strumenti
    Ci sono varie scelte. Quello che va per la maggiore sono casette di legno con il tetto scorrevole. Ottima soluzione ma non priva di inconvenienti in caso di nevicate o chiusure d'emergenza.
  3. Energia elettica /connessione
    Tipicamente l'osservatorio remoto proprio per sua natura risulta non raggiunto da corrente elettrica e bisogna far affidamento a sistemi a batteria/pannelli solari. Per quanto riguarda la connessione con gli strumenti la cosa piu' facile e' appsostarsi nell'osservatorio remoto per fare osservazione.

Come abbiamo affrontato (e risolto) le problematiche sopra esposte.

  1. Grazie ad una sinergia con il Comune di Brallo di Pregola abbiamo identificato in prossimita' del campo sportivo di Colleri l'area da attrezzare a parco astronomico. Il sito si trova a circa 900m sldm nell'appennino pavese.
  2. Per quanto riguarda dove alloggiare i telescopi la scelta e' caduta su delle cupole in vetroresina di fabbricazione polacca. Molto versatili, senza problemi in caso di neve e (non del tutto trascurabile) anche "belle da vedere".
  3. Per quanto riguarda l'energia elettrica ci siamo appoggiati all'impianto del campo sportivo che e' in prossimita' del centro abitato. Per la connessione dati abbiamo quanto serve per far muovere i dati e non le persone. Grazie all'adsl e a dei trasmettitori Wifi opportunamente dislocati abbiamo potuto virtualizzare l'installazione.

La creazione del "Parco astronomico ASTRO BRALLO" non ha il solo scopo di poter avere un sito fisico dove poter svolgere attività di riprese e osservazioni astronomiche per i soli soci ADARA, ma è anche uno strumento per la divulgazione astronomica, darà la possibilità agli appassionati astrofili di avere a disposizione una struttura attrezzata.

Si terranno quindi conferenze, star party e campi scuola. In estate organizzeremo serate sotto le stelle, dedicate a tutti coloro che vogliono imparare a riconoscere costellazioni e pianeti per poi osservarli attraverso i nostri telescopi.


Pagine visitate: 399529
Visite a questa pagina: 4643